PartersWebSites


  F O R U M    
    

      


Pagine di funghi


  Ovoli
  Vesce


Pagine di caccia


  Tordi   Cani   Caccia   Fucili   Cucina   Normativa   Storie
  F o t o
  Cartucce

Pagine di pesca


  Anguille   Cefali   Salpe   Saraghi   Cavedani   Gronghi   Polpi   Murene   Mormore   Occhiate




Google Analitycs

Votami su Mr.Webmaster!
GrandePadre.com

LastModified:


© all right reserved - GiorgioMuscas WebMaster in Roma - Italy
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle foto contenuti nel sito. L'autorizzazione pu˛ essere richiesta tramite   m@il      e viene concessa solo in presenza di link a http://orto45. altervista.org   nel sito che utilizza il presente materiale.

Nonno Giorgio

Nonno Giorgio
     

Peperoni..., capsicum


I Peperoni appartengono al genere Capsicum, originario dell'America tropicale, Brasile. Numerose le varietÓ coltivate, peperone dolce, Capsicum - foto Giorgio Muscas dal peperone dolce di Spagna, al peperone di Nocera, al peperone conico dell'Etna, il peperone cornetto piccante,il pepe di Caienna.
Terreno e clima. I peperoni richiedono climi temperati e caldi, al momento della fioritura hanno bisogno di almeno 19░ notturni. Queste solanacee richiedono un terreno fertile, sciolto, leggero e si avvantaggiano di una forte somministrazione di terricciato.
Semina e cure colturali. La semina si esegue in semenzaio da Febbraio ai primi di Aprile al coperto in serra. Quando le piantine hanno raggiunto 12-14 cm. si diradano. Io le trapianto, le metto a dimora, tra maggio e Giugno. Non sono necessarie cimature. Abbisognano di molta acqua specie nelle prime settimane. Occorre bagnare bene il terreno, mai le foglie e i frutti che potrebbero marcire. Paciamatura abbondante.
Parassiti e malattie. Antracosi...macchie nere su foglie e frutti... raccogliere le piante infette e bruciarle!
Nottua dei seminati. le larve di questa farfalla rosicchiano gli steli a livello del suolo...circondare le piantine con della cenere di legna. Raccolta e conservazione. Occorre raccoglierli con una porzione di picciolo. Ben maturi sono dolciastri, immaturi e verdi piuttosto asprigni ma ugualmente apprezzati. I peperoncini piccanti si conservano in genere sott'olio. Quelli di Caienna, da cui si prepara la parica, si lasciano essicare al sole e poi si tritano.